Copy

 Mai contenuto fu più calzante di una voce che, sotto feste, ci ricorda quanto siamo dannatamente soli  e quanto in verità potremmo abituarci lentamente a considerare delle alternative per non soccombere.

Non è esattamente voluta questa cosa di piazzare al numero ➔ 1, in questa contingenza temporale, un podcast che racconta un certo individualismo e apatia diffusi, ma gli astri e la nostra ricerca si allineano in un modo oscuro e mentre il resto del mondo editoriale conosciuto è profuso in liste, scalette, classifiche e classificazioni, noi giochiamo la carta autistica.

︴︴︴Eccoci quindi dubbiosi, nel tentativo di interpretare un sentire comune, quello della melanconia che a fiotti annega i nostri polmoni durante i festivi, semplicemente perché costretti ad autointrattenerci in mancanza di mansioni puntuali, autoanalizzare il nostro comportamento, evidentemente in deficit di direttive esterne, pensare agli affetti costretti, mangiare ecc

Ascoltatelo il contenuto numero
 e datevi, diamoci, la possibilità di introdurre le nostre individualità in spazi/connessioni/sguardi altri.

Diamoci adesso una svegliata dalle mentalità varie a suon di tintinnanti campanelli e fragorosi schianti di slitte, canzoncine dei pandori e cori angelici non senza prima aver attraversato la staffetta dei magnifici (altri) quattro: messaggi da ubriachi
; auspicio e resistenza sull’esistere di nuove idee ; ultima manciata di dubbi sul tema gender (per il 2019, sia chiaro) ; viaggetto .

Ci si legge l’anno prossimo con forme e spessori diversi, 
⊛ baci dall’ultima intro.

● ○ ○ ○ ○ 
Parliamo con gli sconosciuti
PODCAST ENG  |  VOICE OF DESIGN ERIKA HALL, MIKE MONTEIRO 

Viviamo vite sempre più isolate. Abbiamo fretta, le nostre menti sono sempre altrove e le nostre facce guardano verso il basso. Sentiamo solo le voci che già riconosciamo e raramente facciamo lo sforzo di sperimentare qualcosa o qualcuno di nuovo. Parlare con estranei potrebbe essere la svolta: nuove esperienze di umanità e autentiche connessioni emotive. E il design? C’entra tutto.


  ➭ Alza lo sguardo 


 ○ ● ○ ○ ○ 
Messaggi dall’altra notte
ARTICOLO ENG  |  THE ATLANTIC KAITLYN TIFFANY

Se anche a voi l’esperienza del drunk texting suona familiare, finalmente potrete trovare dei risvolti interessanti. Prima di tutto l’assunto (sembra scontato ma non ci si pensa quasi mai) del fatto che senza il telefono cellulare la pratica non esisterebbe. In seconda battuta, l’istituzionalizzazione di un fenomeno, che di istituzionale ha ben poco, con tutte le conseguenze del caso. C’è chi suggerisce di usare sempre prima le note.


  ➭ Attenziò 


 ○ ○ ● ○ ○
Reinventare la normalità
VIDEO ENG  |  VIMEOLIAM SAINT-PIERRE

Il video segue Dominic Wilcox, artista/inventore/designer, nella sua perenne ricerca di nuove idee. L’obiettivo che ha perseguito è quello di trasformare il banale e ordinario in qualcosa di sorprendente, meraviglioso e stranamente stimolante. Una serie di sfide al mondo reale per continuare a guardarsi con occhi innocenti, chiedendosi cos'altro è possibile.


  ➭ Dritto al muro 


○ ○ ○ ● ○ 
Non siamo rotti, siamo umani!
ARTICOLO + AUDIO ENG  |  UX COLLECTIVE ANNA E. COOK

Piccoli ma potenti accorgimenti con cui un designer si deve scontrare se vuole, che ormai diventa un deve, progettare in maniera inclusiva. Hanno a che fare con una questione sempre più urgente e condivisa: il gender. Questa volta non si tratta di una lista infinita di to do, piuttosto di una presa di posizione che è un ottimo punto di vista da cui partire, nonché un’attenta analisi. Si inizia cortesemente con l’evitare di chiedere il genere a meno che non sia proprio necessario.


  ➭ Tutteiou 


○ ○ ○ ○ ● 
La guida turistica definitiva è arrivata in città
ARTICOLO ENG  |  DEZEEN RIMA SABINA AOUF

Un servizio digitale che invita turisti e cittadini a fare scelte sostenibili, si chiama Think Sustainably e succede a Helsinki. Nient’altro che una regolarissima guida alla città, ma senza dubbio la più sul pezzo perché al centro c’è proprio il fattore ambientale. Il progetto appartiene al governo finlandese e permette di sfruttare tutti vantaggi offerti dal contesto, che non sarebbero possibili altrove, per sperimentare in larga scala con le iniziative politiche e pubbliche.


  ➭ On point 


Designer of what esplora e analizza i ruoli del designer 
oggi protagonista di un contesto in trasformazione.


Ogni venerdì sulla tua mail racconta l’impatto che il progettista ha sul mondo attraverso cinque contenuti selezionati con cura e criterio.

  ➭ Consiglia Designer of what  
 ↘  TWITTER    ↘ INSTAGRAM     ISCRIVITI 

A venerdì prossimo,
la squad di Designer of what
 
Clicca qui per non ricevere più la newsletter. 




 Email Marketing Powered by Mailchimp