Copy

 ✺ Giugno arriva per tutti, che tu abbia il pene o la vagina.  Il sole che spacca smette di stridere come a gennaio, si avverte l’aria frizzantina. Giugno è il mese arcobaleno e inoltre ci piace perchè è il numero 6, diabolico per un terzo (non perchè il 18 voglia dire qualcosa, avete capito in che senso, ➏➏➏).

⍥ Gli ultimi cori angelici intonano la data di scadenza dell’umanità tra 150 anni (che sollievo!), Tiziano Ferro sta tornando sincopato come il 2 in via degli Imbriani, la nostra amica fumettista Giulia aka Zuzu ha parlato di porno e cose sessuali da LILLONA GRUBER NAZIONALE con il regista di Mutande Pazze.

➔ Escono dischi, progetti e capsule collection, ci sono i vernissage, i finissage e gli eventi, OUT NOW è il mantra che ci logora e ci si chiede chi è che continua a buttare fuori sta roba: sono tanti? è uno? sono italiani? sono ricchi o poveri? sono designer? sono artisti? hanno il rolex o il casio? hanno fatto la naba? hanno scritto per quel magazine? vestono adidas o nike? mangiano i poke o l’avocado toast? ma soprattutto, sono maschi o femmine? 


Imprescindibile questione, chiaramente. D’altronde tracciare i confini di quelle robe lì è puro character design a posteriori e ai personaggi, si sa, serve una definizione di genere. 웃 - 유

Che tu abbia il pene o la vagina, che il tuo giugno sia preludio di piaceri o insopportabili sudate, non ti curare di chi pigramente farà del genere l’unità associativa di caratteri forme e colori e non ti preoccupare di come ti detergerai il sudore.

Certamente t’interesserà notare, invece, che in Giappone il web design è fermo agli anni 00
, che Sottsass ce l’aveva proprio il baffone da poeta , che bastano quattro regolette utili , che ci sono meraviglie da esplorare .

● ○ ○ ○ ○ 
La differenza tra creator e influencer non è una questione di gender
ARTICOLO ENG  |  TAYLOR LORENZ THE ATLANTIC


In un recente articolo Wired afferma che gli uomini hanno maggiori probabilità di identificarsi come creator, mentre le donne si definiscono più spesso influencer. Creator, potrebbe essere una bella descrizione per un’attrice di Hollywood, ma anche una YouTube Star in ascesa. Influencer, invece indicherebbe uno chef con migliaia di visualizzazioni su Facebook e massa di follower annessa. Ma se la differenza non è di genere, qual è?

  ➭ Marketing e gattini 


○ ● ○ ○ ○ 
Dov’è finito lo zen giapponese?
ARTICOLO ENG  |  MORAVIA BLOG RWS

Mentre siti flat, minimali a volte brutali imperano nell’occidente, in Giappone il web design sembra fermo agli anni ‘00. Banner violenti, microscopiche immagini rumorose, una moltitudine di informazioni e la paura del vuoto guidano il consumatore nell’acquisto. Le ragioni sono le stesse per cui nelle strade di tokyo l’agglomerato di insegne luminose e ledwall sovrasta i palazzoni.


  ➭ Anacronismi 


○ ○ ● ○ ○
Molto difficile non farselo piacere
ARTICOLO ITA  |  SARA MARZULLO EQUIRE

La maggior parte di noi ha sentito parlare di Sottsass ovviamente come designer e magari poi anche come scrittore. Questioni private, progetti e riflessioni intelligenti, senza dover essere per forza difficili sono il sottofondo di un’idea di design legata più alla forma che al simbolo, in un momento dove il rapporto uomo-oggetto era ancora centrale. Per Adelphi, è uscito “Molto difficile da dire”. 


  ➭ Scritti 


○ ○ ○ ● ○ 
Dodon'ts del progettare per l’accessibilità
ARTICOLO ENG  |  KARWAI PUN GOV.UK

Una serie di linee guida suggeriscono le migliori pratiche di progettazione per rendere i servizi del governo (e non!) accessibili. Sei poster rappresentano le altrettante principali aree di intervento: disabilità visiva, disabilità uditiva, dislessia, disabilità motorie, utenti dello spettro autistico e utenti che utilizzano uno screen reader.


  ➭ Libretto d’istruzioni 


○ ○ ○ ○ ● 
Alla ricerca del significato dei luoghi
PROGETTO ENG  |  ATLAS OF PLACES

Atlas of Places è una raccolta culturale di architettura, cartografia, cinema, pittura e fotografia che mette in discussione il significato dei luoghi, distinguendosi in un panorama mediatico sempre più piatto. Convinzioni filosofiche, sociali e culturali fanno da driver all’analisi e cura critica delle questioni contemporanee, mentre la ricerca costante, illumina lo stato e il rapporto tra cultura e natura.


  ➭ Atlante 


Designer of what esplora e analizza i ruoli del designer 
oggi protagonista di un contesto in trasformazione.


Ogni venerdì sulla tua mail racconta l’impatto che il progettista ha sul mondo attraverso cinque contenuti selezionati con cura e criterio.

  ➭ Consiglia Designer of what  
 ↘  TWITTER    ↘ CONTATTACI     ISCRIVITI 

A venerdì prossimo,
la squad di Designer of what
 
Clicca qui per non ricevere più la newsletter. 




 Email Marketing Powered by Mailchimp