Copy

Ciao ragazzoni del venerdì, siete pronti per un altro viaggione? Questa settimana la baracca si trasforma in una cosa a cavallo tra un’agenzia di viaggi, una sala giochi mal frequentata (quindi frequentata benissimo) e l’ufficio di un cartografo.

✺ “Gioco di società” è quello che accade: tre città italiane, una manciata di giornalisti italiani (che piacevoli birbanti quando sconfinano le loro simpatiche colonne di testo) e – attenziò, teatro contemporaneo – Instagram, sono gli ingredienti per il vostro prossimo trip. 

⋯ ⋯ Che siate nerd videogame-dipendenti, aspiranti urbanisti o basic igers, questo progetto scatenerà in voi una irrefrenabile tensione verso il next level, per giocare, per esplorare o semplicemente per scrollare. ➔ Grazie a questo giochino qui eccezionalmente segnalato da soci inglesi , ve ne andrete in giro per la nostra cara Italia e non sia mai che questo riaccenda in ciascuno un amore spassionato e travolgente verso il nostro bel Paese. 
Tutto quell’amore che cose come i siparietti della Meloni distruggono in mille pezzettini, per intenderci.

E ci sarà questo e molto altro, pensate, solo fino al primo scoppiettìo. 


Non trascuriamo il seguito, dunque, e facciamo scatenare questo show pirotecnico giallo giallo: una fetta di realtà raccontata dai dati ; temi forti per forti persone (non solo femmine) ; le sorti del pianeta in mano ai millenials ; tutta la verità sulla progettazione inclusiva .

Boom boom, cha.


 

● ○ ○ ○ ○ 
L’italia è finita sui rotocalchi inglesi per un gioco

ARTICOLO ENG  |  JACOB GRANGER JOURNALISM.CO.UK

Un gruppo di giornalisti Italiani racconta lo sviluppo urbano di tre città (Milano, Roma, Napoli) agli utenti di Instagram utilizzando la piattaforma come un gioco da tavolo. “Un gioco di società” invita le persone a navigare passo-passo attraverso diversi account e funzionalità. Ogni profilo offre agli utenti contenuti di vario tipo che esplorano come le città siano cambiate con il turismo e la gentrificazione. Si tratta di un gioco a livelli, altrimenti che divertimento c’è!


  ➭ Rumors 


 ○ ● ○ ○ ○ 
Sempre meglio fare gli auguri in ritardo che in anticipo
INFOGRAFICA ENG  |  IHME

Bill Gates lo ha definito come “il grafico più bello del mondo”, oggi non è altro che un giudizio un po’ avventato visto quello che ci aspetta. Era il 2016 e si riferiva al diagramma del tasso di mortalità infantile che negli ultimi due decenni è sceso del 50%. Un risultato notevole, ma non sufficiente: le previsioni dichiarano che il ritmo sembra destinato a rallentare verso il fallimento degli obiettivi stabiliti dalle Nazione Unite per il 2030. Magari dati possono tornare utili.


  ➭ Big data 


 ○ ○ ● ○ ○
Non il tuo tradizionale blog di tecnologia
SITO WEB ENG  |  TRIANGIRLS MEDIUM

Triangles è una community di product designer composta da donne che organizzano eventi su temi contemporanei, come per esempio: la sindrome dell'impostore, avere fiducia nel parlare in pubblico, il benessere sessuale, la salute mentale e la negoziazione del salario. Nel loro blog promuovono professioniste da tutti i campi del settore per ispirare altre donne ad intraprendere nuovi percorsi professionali nella tecnologia.


  ➭ Stella polare 


○ ○ ○ ● ○ 
I millennials salveranno il mondo dalla plastica (?)
ARTICOLO ENG  |  ALEXANDRA SUTTON BOARD INNOVATION

Ormai abbiamo capito che la questione della plastica c’è un po’ scappata di mano, forse da quando i broccoli sono diventati mummie di cellophane e i vasetti dello yogurt sono più spessi di un muro portante. Non solo, il problema ci affligge a tal punto che siamo anche disposti a pagare di più per degli imballaggi ecocompatibili che però al momento non sono abbastanza. Le strade sono tante e c’è chi prova a rimediare.


  ➭ Offerta 


○ ○ ○ ○ ● 
Accesibile VS Inclusivo
ARTICOLO ENG  |  ZOË ROSE LINKEDIN

In questi ultimi anni i due termini sono stati messi spesso sotto i riflettori e di conseguenza ne è aumentato l’uso, l’abuso e il livello di confusione, soprattutto nel settore del design. Quante volte ci siamo sforzati di capire la differenza? Citando Derek Featherstone “L'accessibilità è un risultato. Il design inclusivo è un processo”. Zoë Rose prende in mano la situazione e ci toglie ogni dubbio a riguardo. Una volta per tutte.


  ➭ Ring 


Designer of what esplora e analizza i ruoli del designer 
oggi protagonista di un contesto in trasformazione.


Ogni venerdì sulla tua mail racconta l’impatto che il progettista ha sul mondo attraverso cinque contenuti selezionati con cura e criterio.

  ➭ Consiglia Designer of what  
 ↘  TWITTER    ↘ CONTATTACI     ISCRIVITI 

A venerdì prossimo,
la squad di Designer of what
 
Clicca qui per non ricevere più la newsletter. 




 Email Marketing Powered by Mailchimp