Copy
Innovative wireless tool for reducing energy consumption and GHGs emission of water resource recovery facilities.

Newsletter 6.

IL PROGETTO LESSWATT SI È CONCLUSO... 
E I RISULTATI SONO MOLTO PROMETTENTI!

Con il mese di novembre 2021 si è concluso il progetto Lesswatt dopo 41 mesi di lavoro e neanche la pandemia è riuscita a fermarci! La ricerca condotta dai partner di progetto ha portato alla realizzazione del Lessdrone, un dispositivo galleggiante automatico in grado di fornire un importante ausilio alla gestione degli impianti di depurazione e alla minimizzazione del loro impatto ambientale in termini di emissione di gas serra.
Di seguito trovate un breve resoconto sui risultati del progetto. Per il dettaglio degli aspetti tecnici o per maggiori informazioni circa il suo utilizzo vi invitiamo a contattare direttamente la project manager del progetto Cecilia Caretti +390552758850 o a scriverci all'indirizzo info@lesswattproject.eu.

Lessdrone: l'innovativo strumento per ridurre la carbon footprint degli impianti di depurazione 

Il Lessdrone è un dispositivo galleggiante automatico, wireless in grado di muoversi autonomamente sulle vasche di ossidazione grazie a un sistema GPS. Può quindi determinare la distribuzione spaziale e temporale dei principali parametri che caratterizzano le vasche di ossidazione degli impianti di depurazione dal punto di vista dell’aerazione:

  • la concentrazione di ossigeno disciolto;
  • la portata d’aria insufflata;
  • l’efficienza di trasferimento dell’ossigeno.

Il drone permette di fotografare lo stato del sistema di aerazione evidenziando i punti di forza e le criticità e fornendo ai gestori importanti indicazioni per la sua corretta gestione e manutenzione. La ripetizione delle misure nel tempo permette di valutare come ottimizzare la frequenza degli interventi di pulizia/sostituzione dei diffusori dell’aria.
Il Lessdrone consente di valutare l’andamento dei gas serra prodotti dalle vasche di ossidazione. La sperimentazione ha mostrato che le emissioni dirette di gas serra emesse dal comparto di ossidazione sono quattro volte superiori di quelle indirette ovvero quelle legate al consumo di energia elettrica. L’analisi delle emissioni ha evidenziato che:

  • l’anidride carbonica (CO2) rappresenta il contributo maggiore delle emissioni dirette;
  • il protossido di azoto (N2O) benché minoritario, non è assolutamente trascurabile a causa del suo alto potenziale di riscaldamento globale.
Misure con il LESSDRONE: in alto a sinistra, il montaggio del drone; in alto a destra e in basso a sinistra, lo svolgimento di una misura con il drone; in basso a destra, il campionamento di una sacca di off-gas

Il protocollo messo a punto nel corso del progetto ha fornito le strategie per la mitigazione degli impatti dei gas serra rilasciati dalle vasche con particolare riferimento al protossido di azoto. L'utilizzo di modelli avanzati per la modellazione fluidodinamica-biocinetica e la valutazione del rischio di produzione di N2O è stato in grado di fornire preziose informazioni su quando e come specifiche condizioni operative contribuiscono all'alto rischio di emissioni di N2O. Grazie a questa conoscenza è stato possibile definire, testare e validare scenari operativi per affrontare e mitigare le emissioni senza compromettere le prestazioni del processo di trattamento.

Esempi di output della modellazione avanzata utilizzata per sviluppare il protocollo per la mitigazione delle emissioni di N2O

Inoltre, dietro richiesta dei gestori e grazie alla versatilità dello strumento, il Lessdrone ha monitorato anche le emissioni odorigene rilasciate dalle vasche di ossidazione che determinano gli odori molesti avvertiti dalla popolazione che risiede in prossimità degli impianti.
Ma l’aspetto più significativo del Lessdrone è senza dubbio la sua trasferibilità a una moltitudine di impianti di depurazione. È stato infatti validato in sei grandi impianti di depurazione civili e industriali con caratteristiche impiantistiche e gestionali molto diversificate, sia in Italia e che nel nord Europa. 

Grazie all'innovazione e alla trasferibilità del Lessdrone, i gestori potranno quindi certificare la produzione di gas serra delle vasche di ossidazione dei loro impianti. L’applicazione del protocollo permetterà loro di ottimizzare la gestione del comparto di aerazione per migliorarne la sostenibilità ambientale ed economica.



LESSDRONE, la soluzione per la mitigazione dei gas serra dagli impianti di depurazione!

VOLETE SAPERNE DI PIÙ?
SEGUITE IL WEBINAR
DELLA CONFERENZA FINALE
DEL PROGETTO LESSWATT
 
Gennaio 2022 - a breve la data

Il progetto è concluso ma la disseminazione dei suoi risultati e delle sue applicazioni continua! A gennaio 2022 ci sarà il webinar gratuito della Conferenza finale del progetto Lesswatt. Rimanete collegati per gli aggiornamenti.

Per seguire lo stato di avanzamento delle attività post progetto vi invitiamo a consultare il sito web o a scriverci al seguente indirizzo: info@lesswattprojett.eu.

Contatti: Cecilia Caretti
Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale (DICEA)
Università di Firenze - Via S.Marta, 3 – 50139 Firenze, Italia
Tel. +39 055 2758850; e-mail: info@lesswattproject.eu

 
Email
Website
Copyright © 2021 Lesswatt Project, All rights reserved.


Aggiornare le proprie preferenze | Cancellarsi dalla Newsletter

Email Marketing Powered by Mailchimp